#Scavolini ha partecipato con un vasto stand di 300 mq al #Cersaie 2016, tenutosi a Bologna. L’azienda ha esposto sia ambienti bagno che cucine e living, nonostante il carattere dell’evento prettamente legato al mondo dell’arredo bagno e dei rivestimenti, a riprova della contaminazione di stili e dell’integrazione degli ambienti in cui è stata una delle prime a credere.

Non a caso Scavolini non ha limitato la sua esposizione al settore bagno in una fiera come il Cersaie, per rendere evidenti i vantaggi dei programmi che con i loro elementi e le loro finiture rendono coordinati i vari ambienti della casa.

Esempi in questo senso sono i programmi Ki e Diesel Open Workshop per il settore moderno e Magnifica e Exclusiva per quello classico.

Malgrado l’offerta globale di elementi d’arredo proposta al Cersaie, la prima partecipazione di Scavolini alla fiera è anche dovuta all’intento di affrancare il suo settore bagno dai canale di distribuzione generici per arrivare al mercato prettamente di settore.

Secondo le parole del Presidente di Scavolini Spa Valter Scavolini L’intento di Scavolini è quello di rafforzare la presenza della sua produzione bagno, che attualmente conta 600 punti vendita in Italia e oltre 200 all’estero, nella distribuzione specializzata del settore.

In questa gallery alcuni scatti dell’esposizione Scavolini al Cersaie di quest’anno.